Voltura/Subentro

Per voltura si intende una variazione di titolarità della fornitura idrica , in caso di uso dell’immobile da parte di soggetti diversi da quelli a cui l’utenza è intestata.

Il subentro è il passaggio di titolarità della fornitura idrica in caso di morte dell’intestatario del contratto, divorzio o separazione legale. Si applica esclusivamente in caso di usi abitativi residenti

La richiesta di subentro, se presentata entro 6 mesi dalla data dell’evento (decesso, divorzio), comporta l’esenzione delle spese contrattuali. Trascorso tale termine la variazione di titolarità del contratto viene trattata come una voltura ed è pertanto soggetta al pagamento delle spese amministrative.

E’ richiesta questa documentazione:

  1. Codice Fiscale e documento di identità dell’intestatario del contratto
  2. Dichiarazione di residenza: mediante Autocertificazione
  3. Estremi Catastali dell’immobile: mediante Autocertificazione
  4. Autocertificazione relativa alla Dichiarazione di iscrizione alla C.C.I.A.A. e attribuzione Partita Iva (solo per le utenze Commerciali, Artigianali, Industriali)
  5. Lettura del misuratore
  6. In caso di voltura disdetta del precedente intestatario del contratto
  7. Per le volture: Contratto di affitto registrato o “Dichiarazione sostitutiva di atto notorio di possesso dell’immobile” (in caso di stipulazione da parte di soggetto non proprietario)
  8. In caso di subentro Autocertificazione dell’avvenuto decesso da parte dell’erede o documentazione attestante il divorzio o separazione legale