Voltura/Subentro

Per voltura si intende una variazione di titolarità della fornitura idrica , in caso di uso dell’immobile da parte di soggetti diversi da quelli a cui l’utenza è intestata.

Il subentro è il passaggio di titolarità della fornitura idrica in caso di morte dell’intestatario del contratto, divorzio o separazione legale. Si applica esclusivamente in caso di usi abitativi residenti

La richiesta di subentro, se presentata entro 6 mesi dalla data dell’evento (decesso, divorzio), comporta l’esenzione delle spese contrattuali. Trascorso tale termine la variazione di titolarità del contratto viene trattata come una voltura ed è pertanto soggetta al pagamento delle spese amministrative.

E’ richiesta questa documentazione:

  1. Codice Fiscale e documento di identità dell’intestatario del contratto
  2. Dichiarazione di residenza: mediante Autocertificazione
  3. Estremi Catastali dell’immobile: mediante Autocertificazione
  4. Autocertificazione relativa alla Dichiarazione di iscrizione alla C.C.I.A.A. e attribuzione Partita Iva (solo per le utenze Commerciali, Artigianali, Industriali)
  5. Lettura del misuratore
  6. Disdetta del precedente intestatario del contratto
  7. Contratto di affitto registrato o “Dichiarazione sostitutiva di atto notorio di possesso dell’immobile” (in caso di stipulazione da parte di soggetto non proprietario dell’ immobile).
  8. In caso di subentro Autocertificazione dell’avvenuto decesso da parte dell’erede o documentazione attestante il divorzio o separazione legale

IMPORTANTE

La richiesta effettuata da persona giuridica deve essere firmata dal Rappresentante Legale o da persona fisica allo scopo delegata

La richiesta effettuata dal condominio deve essere firmata dall’amministratore pro tempore vigente

Per la stipulazione del contratto sono previsti 30,00 € di spese contrattuali più 16,00 € per rimborso bollo e, qualora non venga richiesto l’addebito delle bollette sul conto corrente ( bancario o postale ), un deposito cauzionale che sarà fatturato sulla prima bolletta secondo la normativa vigente

Il contratto si intende perfezionato con la sottoscrizione da parte del cliente