Condizioni generali di fornitura

La fornitura del servizio di acquedotto avviene a seguito della sottoscrizione da parte dell’utente del contratto di somministrazione, in cui sono specificate le condizioni di utilizzo del servizio ed è sottoscritta l’osservanza delle disposizioni del Regolamento di Utenza del Servizio Idrico Integrato.

L’attività di erogazione del servizio da parte del gestore è disciplinata dalle norme emanate dagli Organi pubblici competenti, in particolare dal Regolamento del Servizio Idrico Integrato e dalla vigente Carta dei Servizi dell’Autorità d’Ambito Territoriale Ottimale – A.ATO della Città Metropolitana di Genova, nonché dalle condizioni speciali contenute nei singoli contratti di utenza.

Il Regolamento del Servizio Idrico Integrato costituisce parte integrante e sostanziale di ogni contratto d’utenza, senza che ne occorra la materiale trascrizione, salvo il diritto dell’utente di averne copia all’atto della stipulazione del contratto o successive modificazioni della stesso.

Il contratto è l’unico documento che impegna il Gestore a provvedere alla somministrazione dell’acqua. Il contratto indica la tipologia di fornitura, riportate di seguito, e il modulo base adottato dal cliente.
L’utente non deve utilizzare l’acqua per usi diversi da quelli dichiarati, pena la revoca della fornitura. Qualsiasi modifica deve essere preventivamente comunicata al Gestore per gli eventuali aggiornamenti contrattuali.

Elenco delle tipologie di utenza:

Uso domestico residenti

Uso domestico non residenti

Uso zootecnico

Uso agricolo

Uso frantoi

Uso commerciale

Uso industriale

Uso artigianale

Uso non potabile

Uso temporaneo*

Uso appezzamenti a difesa del territorio

Uso cantiere

Uso antincendio

Uso diverso

*si intendono per erogazioni temporanee quelle inferiori a sei mesi, salvo possibilità di proroga da parte del Gestore